Tazze in bamboo

Tazze in bamboo?

NO GRAZIE

Potresti pensare di fare la tua parte per l’ambiente usando una tazza di bambù, ma da una nuova ricerca del gruppo di consumatori tedesco Stiftung Warentest ha dimostrato che potresti rischiare la tua salute nel processo.
Stiftung Warentest: “Stai lontano dalle tazze di bambù”

Le tazze di bambù sono ufficialmente in voga: un’alternativa molto lodata alle tazze di caffè usa e getta, che sono responsabili di 36.000 tonnellate di rifiuti all’anno, queste tazze “naturali” sono commercializzate come rispettose dell’ambiente, ecologiche e biodegradabili.

Pertanto, può essere una sorpresa il fatto che la Stiftung Warentest, un’organizzazione di consumatori rispettabile che indaga e confronta i prodotti sul mercato tedesco, abbia avvertito le persone di “tenere le mani dalle tazze di bambù” e optare invece per altri contenitori di bevande riutilizzabili.
Tutte le tazze di bambù contengono resina melamminica

Testando 12 diverse marche di tazze di bambù, Stiftung Warentest ha scoperto che gli acquirenti hanno generalmente l’impressione di acquistare prodotti naturali. Con descrizioni come “tazza di bambù” o “fatto di fibre di bambù”, i produttori riflettono sul fatto che le tazze sono fatte da una polvere di fibre di bambù finemente tritate che vengono poi incollate insieme.

Tutte le tazze testate contenevano resina melamminica, una specie di colla plasticky a base di formaldeide e melamina. Si sospetta che la melamina provochi danni alla vescica e ai reni, mentre la formaldeide è un irritante noto e può anche provocare il cancro se inalata. Tuttavia, purché siano soddisfatte determinate condizioni, la resina melamminica non è considerata una sostanza pericolosa.
Tazze inadatte per bevande calde

Una di queste condizioni, tuttavia, è che viene mantenuta a 70 ° C. E queste tazze vengono commercializzate specificamente per bevande calde. Quindi, quando i tester della Stiftung Warentest hanno simulato il processo di aggiunta del caffè alle tazze, hanno fatto una scoperta preoccupante.

Le tazze sono state riempite con un liquido caldo, leggermente acido (simile al caffè) e sono state lasciate per due ore. Questo processo è stato ripetuto sette volte per tazza. Dopo il terzo e il settimo riempimento, il liquido in ogni tazza è stato testato per i prodotti chimici.

I risultati hanno mostrato che quattro dei dodici becher contenevano livelli “alti” di melamina dopo il terzo riempimento e altri tre dopo il settimo riempimento. Molti di loro rilasciavano anche elevate quantità di formaldeide. Ancora più preoccupante, i risultati a volte erano più alti dopo il settimo test, suggerendo che le sostanze chimiche dannose non evaporano ma continuano a penetrare nelle bevande con un uso prolungato.
Imballaggio fuorviante

Stiftung Warentest ha anche sbattuto i produttori per non aver adeguatamente avvertito dei pericoli di posizionare le tazze di bambù nel microonde. Se riscaldato a temperature elevate, il materiale della tazza inizierà a decomporsi: quando la superficie della tazza viene distrutta, rilascerà ancora più melamina e formaldeide. L’imballaggio di una tazza ha semplicemente dichiarato che dovrebbe essere tenuto fuori dal microonde per prolungarne la durata.

Molte tazze hanno anche suggerito di essere “biodegradabili” o “riciclabili”. Stiftung Warentest sostiene che questa è una bugia a faccia in giù. Certo, le fibre di bambù naturali si biodegraderanno nel tempo, ma le coppe non marciranno, anche se gli dai anni. Né possono essere riciclati con metodi standard: l’unica opzione è bruciarli.

Altri dubbi? leggi questo articolo https://www.iamexpat.de/lifestyle/lifestyle-news/stay-away-bamboo-coffee-cups-german-consumer-group-warns